google-site-verification: google3e269abf4f15ae25.html

Translate

sabato 28 febbraio 2015

La caduta di Madonna

Dopo più di trent'anni di carriera passati al top, vendendo milioni di dischi, facendo moda e tendenza anche indossando una umile camicia da boscaiolo, o un semplice paio di sneaker, o un grezzo cappello da cowboy, per una rovinosa caduta, in giro c'è chi pensa che Madonna abbia iniziato il suo declino artistico. Essendo un'icona sempreverde non tutti forse ricordano che la signora Ciccone è nata un attimo un attimo nel 1958, e a 57 anni canta e si dimena come se fosse una tarantolata, ma alla fine di ogni sua canzone non ha il minimo cenno di affanno, anzi sembra rilassata come i bambini del coro dell'Antoniano. Poi c'è da considerare che la Regina del Pop è scivolata su un mantello lungo qualche metro e non per un errore personale. C'è stile anche nelle cadute. Tempo fa Katy Perry si tuffò su una torta, prendendo la classica panzata, e poi a causa della crema pasticciera, si ritrovò a sbiascicare sul palco come un'anguilla senza potere più rialzarsi. In una delle sue performances non ricordata per il suo abbigliamento perché praticamente era seminuda, Lady Gaga come la peggiore dei deficienti, mise un piede sullo sgabello e uno sul pianoforte, così da ruzzolare rovinosamente. Da piccoli dopo il divieto di aprire i cassetti, c'era quello di non salire su due sedie sedie contemporaneamente, perché la caduta era sistematica. 
Katy Perry non so se ci è o ci fa, ad ogni modo, è un caso perso, le origini sicule della signorina Germanotta sono solo formali perché sennò non prendeva una simile caduta, in quanto a Madonna, rimane sempre la migliore di tutte, le bastano solo un paio di forbici e fare un taglio al mantello, d'altronde converrà con me che finché è stata mezza nuda...le è andato sempre tutto bene....

Nessun commento:

Posta un commento