google-site-verification: google3e269abf4f15ae25.html

Translate

martedì 10 febbraio 2015

I salti di Spider-Man

Se pensate che se per salto di Spider-Man intendo descrivere il suo ballonzolare da un grattacielo all'altro con le sue ragnatele, beh, vi sbagliate di grosso! Ultimamente Peter Parker non si limita più a saltare da un capo all'altro di New York, ma anche da una major all'altra. In principio l'Uomo-ragno era della Marvel, che vendette i suoi diritti alla Sony per 7 milioni di dollari (cifra oggi ridicola, praticamente è come se quindici anni fa avessimo acquistato il Real Madrid per 300 euro), e oggi Sony annuncia che nel 2017 Spider-Man ritorna di nuovo al mondo Marvel attraverso una partnership stipulata dai due colossi. Tutto questo per impastare di nuovo tra gli Avengers l'aracnide supereroe e intrecciando storie su storie che sbancano i botteghini. E tra un salto e l'altro, tra promesse spettacolari di incontri con altri miti dei fumetti, la Sony quatta quatta in pochi anni  resetta per la terza volta la saga. Lo Spider-Man di Sam Raimi (per intenderci quello della prima saga) ha avuto circa una decina d'anni di vita, ma The Amazing Spider-man è durato più o meno il tempo di un calippo a coca-cola esposto al sole di agosto. Aspettando con trepidazione la nuova, ennesima, saga sul supereroe newyorkese, mi domando se alla Sony mancano le idee...o la voglia di spendere soldi....

Nessun commento:

Posta un commento