google-site-verification: google3e269abf4f15ae25.html

Translate

lunedì 23 febbraio 2015

Febbre da Oscar

Ogni anno tra febbraio e marzo vengono assegnati gli Academy Awards, più comunemente conosciuti come gli Oscar. La famosa statuetta simile a Mastro Lindo prima che si desse al GH e al nandrolone, è il riconoscimento più importante del mondo cinematografico. Lo scorso anno l'Italia è stata protagonista con La grande bellezza, film che racconta la Roma di oggi. Ormai quello scenario è stato reso obsoleto da Mafia Capitale e dalle gesta memorabili di Marino, ultima tra tutte la partita Roma-Feyenoord, dove i tifosi olandesi si sono messi a giocare a chi rompeva più monumenti indisturbati, mentre oggi che si gira 007...la città è blindata...
L'Italia è comunque stata rappresentata degnamente da Milena Canonero, una che vince Oscar dal '76., ed è la degna erede della costumista statunitense Edith Head, una che di Oscar come migliori costumi ne ha vinti addirittura 8, ed è stata praticamente la Arturo Brachetti di Hollywood. La nostra Milena ha vinto la statuetta per i costumi di Grand Budapest Hotel
Noi italiani abbiamo questo amore spassionato per Holliwood, e tifiamo sempre i nostri connazionali, spinti dalla passione e dall'orgoglio di vedere un italiano che col suo impegno ce la fa. Così come i cittadini, anche le classi dirigenti si scoprono sempre orgogliose e fiere quando c'è da salire sul carro dei vincitori, non mi stupirei se nella imminente riforma della scuola venga aggiunta la materia costume...
Complimenti Milena

Nessun commento:

Posta un commento